Home page > Key Energy e' > Presentazionecondividi ||

PresentazioneKey Energy 2013

L´approvazione della Strategia Energetica Nazionale nel marzo 2013, ha rappresentato, dopo un quarto di secolo, uno tentativo di riflessione su questo settore, seppure parziale e con diverse debolezze. Il nuovo governo potrà migliorare questo strumento e fornire orizzonti sicuri per la fine del decennio, con uno sguardo proiettato sul lungo periodo, considerando che l´Europa sta già discutendo obiettivi, sempre più ambiziosi, per il 2030.
Uno degli elementi che emergono dalla SEN è la centralità degli investimenti nel comparto delle rinnovabili e dell´efficienza energetica che entro la fine del decennio assorbiranno due terzi degli investimenti nel settore energetico (120 miliardi €), ribaltando la situazione storica del passato.
Strategico è il comparto delle rinnovabili elettriche, che nel 2012 ha coperto il 28% dei consumi finali e si appresta a generare quest´anno oltre 100 miliardi di kWh (in primis il fotovoltaico  che quest´anno riuscirà a soddisfare oltre il 7% della domanda elettrica complessiva.
Ma la vera novità di quest´anno riguarda il rilancio delle rinnovabili termiche, in particolare la biomassa ed il solare, grazie a buoni incentivi diventati operativi nella primavera 2013. Va peraltro sottolineato che il "conto energia termico" prevede la possibilità per gli Enti Locali di effettuare attraverso le Esco interventi di efficienza energetica e di uso delle rinnovabili.
Il biogas vedrà l´espandersi del mercato dei piccoli impianti a cogenerazione e l´apertura di un nuovo promettente filone: il biometano per autotrazione, la cui incentivazione creerà tutta una nuova filiera di apparecchiature necessarie all´immissione in rete.

Siamo tuttavia in una fase di turbolenza per il cambiamento delle norme. L´eolico deve fare i conti con i meccanismi delle aste e il solare, dopo la fine del quinto conto energia, troverà altre strade per garantire la prosecuzione delle installazioni, in buona parte senza incentivi diretti.
L´elevata quota di rinnovabili non programmabili (solare ed eolico) che nel 2013 dovrebbero superare i 27.000 MW di potenza, impone un´accelerazione della realizzazione di reti intelligenti in grado di gestire un sistema elettrico in profonda trasformazione. Nei prossimi anni troveranno spazio crescente i sistemi di accumulo, sia decentrati nelle singole case in abbinamento al fotovoltaico, sia con sistemi di grande taglia per sopperire ad alcune criticità della rete.

Un altro tema che torna d´attualità è quello dell´efficienza energetica. L´innalzamento del valore dei certificati bianchi rappresenta un importante strumento per razionalizzare significativamente i consumi in particolare nel comparto industriale e del terziario.
Insomma, malgrado la crisi, il settore delle rinnovabili e dell´efficienza energetica resiste e in alcuni comparti si espande, confermando il suo ruolo anticiclico.
"Keyenergy 2013" vuole rappresentare la sede in cui l´industria e gli enti locali approfondiscono, presentano e conoscono l´evoluzione delle tecnologie e della normative. Il ventaglio delle offerte va dalle rinnovabili agli usi efficienti dell´energia passando per le società grandi e piccole e che si affacciano sempre più numerose sul mercato.  Il comparto delle "Smart and sustainablecities" sarà notevolmente potenziato. Verranno presentati prodotti e soluzioni in grado di affrontare il nuovo contesto e saranno organizzati convegni e seminari per approfondire le novità normative e sul fronte degli incentivi.

Gianni Silvestrini - Presidente Comitato Tecnico Scientifico e Direttore Scientifico Kyoto Club