Notizie&Blog

Il solare sta garantendo straordinari risultati nei paesi in via di sviluppo. Fornisce elettricità alle famiglie non connesse alla rete, con ben 180 milioni di persone che utilizzano lampade solari.


E se decine di milioni di persone in Africa hanno avuto accesso alla luce grazie a semplici kit fotovoltaici, il prossimo decennio vedrà la diffusione di mini reti solari in grado di alimentare frigoriferi, ventilatori, sistemi di pompaggio, macine per interi villaggi.
Uno dei paesi nei quali anni partirà la rivoluzione del solare decentrato è la Nigeria. Secondo l’Agenzia per l’elettrificazione rurale, nel medio periodo potrebbero infatti essere installate diecimila mini-reti da 100 kW decisamente più competitive rispetto ai generatori diesel.

E naturalmente ci sono poi le grandi centrali solari ed i parchi eolici che stanno iniziando a prendere piede con 4 GW fotovoltaici e 5,7 GW eolici installati in Africa alla fine del 2018.  Ma le prospettive sono molto interessanti e il vento dovrebbe consentire di avere 30 GW collegati in rete nel 2027.

Proprio su questi temi il 7 novembre a Rimini, verranno organizzati nell’ambito di KeyEnergy due eventi mirati. Il primo, promosso da Wind Energy Europe in collaborazione con Anev, affronterà le possibilità di diffusione dell’eolico nel continente, mentre il secondo convegno, organizzato da Res4Africa, metterà a fuoco gli strumenti a supporto degli investimenti del settore privato nelle rinnovabili  in Africa.



Autore: Gianni Silvestrini, Direttore scientifico KeyEnergy