Notizie

ANSA - Usa, Russia, Arabia e Kuwait 'bocciano' ricerca su riscaldamento.

Quando fu pubblicato agli inizi di ottobre, il rapporto del Comitato dell'Onu per il clima, l'Ipcc, attirò l'attenzione in tutto il mondo, contenendo allarmi seri e circostanziati sui rischi collegati all'aumento delle temperature, attualmente fuori dai binari tracciati, più verso un aumento di 3 gradi centigradi che di 1,5 come invece previsto negli accordi di Parigi del 2015.

Ma questo documento è diventato un nuovo terreno di scontro fra i Paesi più restii ad accettare il cambiamento climatico (in questo caso Russia, Stati Uniti, Arabia e Kuwait) e gli altri convenuti alla Conferenza climatica COP24 in corso in Polonia.

Si è profilato uno scontro istituzionale quando i Paesi in questione non hanno voluto inserire nel documento finale una frase che dava "il benvenuto" al documento dell'Ipcc, preferendo invece una frase più soft, con la quale la Conferenza "prendeva nota" delle indicazioni del documento.

>>Continua